Crea sito

Sfigmomanometro, come funziona?

Share:
Share

pressione

Lo sfigmomanometro, è uno strumento costituito da un manicotto gonfiabile e da un misuratore di pressione, questa viene misurata a livello dell’arteria brachiale.

Il manicotto cinge la parte superiore del braccio e viene gonfiato, fino a quando esercita una pressione superiore alla pressione sistolica che spinge il sangue arterioso. Questa pressione blocca il flusso verso la parte inferiore del braccio: il sangue non può attraversare la regione ad alta pressione creata dal manicotto.

La pressione del manicotto viene gradualmente ridotta fino a quando scende sotto il valore della pressione sistolica presente nell’arteria e il sangue comincia nuovamente a scorrere. Quando il sangue esercita una pressione contro l’arteria ancora compressa, il flusso turbolento genera un rumore chiamato tono di Korotkoff, che può essere udito con lo stetoscopio posto sotto il manicotto. Il tono di Korotkoff viene udito ad ogni battito cardiaco, per tutto il tempo in cui l’arteria è compressa. Quando la pressione esercitata dal manicotto, non comprime più l’arteria, il flusso di sangue non è più turbolento ed i toni scompaiono.

La pressione alla quale il tono di korotkoff è percepito per la prima volta corrisponde alla pressione sistolica, cioè la massima pressione, mentre la pressione in corrispondenza della quale i toni di korotkoff si ottundono, prima di scomparire, è la pressione diastolica e quindi la pressione minima dell’arteria.